Crea sito

Modem Libero In Italia

Dall’anno scorso, precisamente da dicembre scorso, gli italiani sono finalmente liberi di poter scegliere un router diverso da quello che le compagnie telefoniche mettono a disposizione nel momento in cui viene firmato un abbonamento.

Entra nel vivo il modem libero in Italia

Buone notizie per gli italiani, già da dicembre scorso si ha la possibilità di poter scegliere un modem alternativo, senza dover accettare per forza quello che le compagnie telefoniche mettono a disposizione dei consumatori, nel momento in cui firmiamo un contratto d’abbonamento.

L’Autorità garante delle comunicazioni, già nel mese di luglio scorso aveva riconosciuto il diritto al modem libero, grazie alladelibera 348, ma è tutto ufficiale da quest’anno. I consumatori sono liberi di scegliere il modem al loro piacimento e non sono più costretti ad accettare il router che le compagnie telefoniche offrono quando viene stipolato un nuovo abbonamento.

Se avete già firmato un contratto d’abbonamento con una delle compagnie telefoniche esistenti sul mercato, bisogna sapere che dal primo gennaio di quest’anno è possibile chiedere la sostituzione del modem offerto dalla compagnia con uno proprio.

Abbonamenti con modem alternativo

Nonostante la delibera di oltre sei mesi fa dava il diritto di scegliere il modem al nostro piacimento, a quanto pare tuttora il modem libero non è stato riconosciuto per tutti i contratti d’abbonamento.

Ad esempio la Wind-Tre, permette l’utilizzo di un modem diverso da quello che la compagnia offre, anche Tiscali si è adeguata alla nuova regola. Le compagnie Tim e Fastweb già dal mese di dicembre avevano riconosciuto l’utilizzo di un modem alternativo, invece Vodafone dichiara che “sta provvedendo ad adeguare la propria infrastruttura di rete”.

UA-102245432-1