Crea sito

#Banda #larga in #Italia: in un anno 880.000 nuove linee. Mercato mobile dominato da #Wind #Tre

AGCOM ha diffuso i dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni che illustrano il mercato attuale della banda larga, internet, televisivo e radiofonico fino a giugno 2017. Gli accessi complessivi della rete fissa crescono per il terzo trimestre consecutivo grazie all’andamento delle linee a banda larga che, nella prima metà dell’anno, hanno sfiorato i 16,2 milioni, con un aumento annuale di 880mila unità.

Calano ovviamente gli accessi broadband con tecnologia xDSL, quelli in meno sono 790mila, bilanciati comunque dalla crescita, con un +1,67 milioni di accessi, di quelli con altre tecnologie superiori in qualità, a fine giugno sono 4,4 milioni grazie alla crescita delle linee FTTC-FTTH. Le le linee broadband con una velocità superiore ai 10 Mbit/s sono più del 60% del totale mentre quelle ultrabroadband, cioè oltre i 30 Mbit/s, rappresentano oltre il 20% rispetto all’11% registrato a giugno 2016.

TIM torna a crescere, seppur si poco, con un +0,1% consolidando la propria posizione di primo operatore con il 45,5%. Seguono Fastweb con il 15% (+0,2%), Wind Tre con il 14,9% (-0,3%) e Vodafone 13,9% (+0,7%).

Wind Tre leader del mercato mobile

Sulle linee mobile si registra un aumento su base annua di 1,4 milioni di SIM, con quelle M2M cresciute di 3,6 milioni di unità , mentre le SIM tradizionali si sono ridotte di 2,2 milioni. Il leader di mercato nel settore mobile è Wind Tre con il 32,1%  (35,8% escludendo le sim M2M), seguita da Tim (30,3%) e Vodafone(30,2%). Per quanto riguarda gli operatori virtuali svetta PosteMobile, che pur arretrando si avvicina al 50%. Fastweb in seconda posizione con un +3,3%. Cresce in generale la banda larga mobile: nel secondo trimestre dell’anno le SIM che hanno effettuato traffico dati hanno sfiorato i 52 milioni (+5,6% su base annua), con un consumo medio unitario di dati di 2,37 GB/mese (+41,2%). L’sms è ormai al tramonto con una riduzione del 18% su base annua e del 76% rispetto al giugno 2013.

Google e Facebook dominano il web

Il mondo internet vede invece padroni Google e Facebook, entrambe registrano 2 milioni di utenti in più: la navigazione su Facebook e Whatsapp è di poco inferiore alle 27 ore, mentre su Google ha di poco superato le 7 ore mensili.  Facebook è il social network più usato dagli italiani, con 25 milioni di utenti unici nel mese di giugno 2017: crescono anche Instagram e LinkedIn, ciascuno con 4 milioni di utenti in più rispetto al giugno 2016.

Tonfo dell’editoria quotidiana

Per quanto riguarda il mercato televisivo Rai riduce, rispetto al giugno 2016, gli ascolti dal 36,9 al 35,9%, mentre l’audience di Mediaset cresce dal 29,1% al 30,1%. Cala la quota di ascolti di Sky Italia, -0,6% ma anche quella di La7, -0,3%, cresce Discovery con un +0,7%. La radio invece mostra stabilità negli ascolti, leader è RTL 102.5 con un +2%, mentre continua la flessione dell’editoria quotidiana: ogni giorno si vendono poco più di 3,5 milioni di copie con un’importante flessione del 9% rispetto al giugno 2016. Il gruppo GEDi è leader nella distribuzione delle copie vendute con il 20,7%, seguito a poca distanza da RCS Mediagroup con il 19,5%.

UA-102245432-1